Curiosità dal mondo magico - Il lupo mannaro

Curiosità dal mondo magico - Il lupo mannaro

 

Il Lupo Mannaro è una creatura classificata dal Ministero come XXXX, ossia considerata pericolosa, che richiede una conoscenza specialistica e può esser trattato solo da maghi esperti.
Grazie agli studi approfonditi del professor Marlowe Forfang, vissuto nel XIX secolo, siamo venuti a conoscenza di alcune abitudini e caratteristiche di queste creature magiche, informazioni ottenute intervistando dei veri Licantropi.
Innanzitutto, i Lupi Mannari sono presenti in tutto il mondo; sono per la maggior parte Maghi che sono stati morsi da un altro lupo trasformato, quindi sicuramente durante le notti di Luna Piena. Ma la trasformazione non è l'unica strada possibile, quando si viene infettati: un'altra conseguenza molto diffusa del morso del Lupo Mannaro, soprattutto per i Babbani (che secondo i Mannari hanno un sapore diverso rispetto ai maghi e alle streghe), è la morte.
Secondo le notizie pervenute, molti dei Lupi intervistati per questa ricerca confermano che il processo di trasformazione da umano a lupo è molto doloroso.

Nonostante le numerose ricerche nel settore, non esiste un rimedio al morso di Lupo trasformato: una volta che la saliva della creatura è entrata a contatto col sangue umano, infatti, il contagio è inevitabile. L'unico rimedio attualmente conosciuto per alleviare gli effetti della trasformazione è la Pozione Antilupo, ideata da Damocles Belby, che può contenere gli effetti della trasformazione, rendendo il Mago trasformato quasi innocuo. La pozione, però, dal sapore disgustoso, diventa completamente inefficace se addolcita con lo zucchero.
In caso di morso da parte di un Lupo Mannaro in forma umana, vengono trasmesse alla vittima solamente alcune delle caratteristiche dei licantropi, come ad esempio il preferire la carne al sangue.

La licantropia non è ereditaria e, in caso di accoppiamento di due lupi mannari durante il periodo di luna piena (cosa alquanto improbabile, se ne contano solamente due casi) le due creature daranno vita a cuccioli molto simili a veri lupi, non troppo aggressivi e che non attaccano gli umani. Una cucciolata di veri lupi è stata segretamente introdotta e lasciata vivere libera nella Foresta Proibita, grazie ad Albus Silente.

Essendo creature altamente pericolose, i lupi mannari sono spesso stati emarginati dal resto della comunità magica: anche il Ministero della Magia tentò di affontare il problema dei licantropi, proponendo ai lupi stessi di firmare il Codice Etico per i Lupi Mannari, un documento che chiedeva alle Creature di promettere di non attaccare nessun essere umano e di procurarsi un posto sicuro ove potersi rinchiudere durante le notti di luna piena. Ovviamente nessuno firmò, perché ciò avrebbe significato dichiararsi apertamente infettati, con conseguente emarginazione da parte di maghi e streghe.

Lo stesso esito fallimentare ebbe il Registro dei Lupi Mannari, che avrebbe dovuto raccogliere nomi e caratteristiche di ogni Mannaro esistente, sempre per motivi di sicurezza.
Fu proprio a causa di questo registro che Remus Lupin diventò un lupo mannaro: fu morso da Fenrir Greyback come vendetta nei confronti del padre Lyall, dipendente del Ministero, divisione Bestie, che aveva ritrovato in Greyback, dichiaratosi un mago barbone, delle caratteristiche tipiche dei licantropi (come ad esempio il pallore pre-luna piena, caratteristica molto comune tra i lupi mannari) e aveva richiesto per lo stesso una detenzione cautelare in attesa della Luna piena. In un momento di rabbia, il padre di Remus appellò i mannari esseri "senz'anima, malvagi, meritevoli di null'altro che morte". Greyback riuscì a sfuggire alla detenzione e realizzare la propria vendetta.

Oltre ai famosi Lupi Mannari sopracitati, vogliamo ricordarvi:
Wagga Wagga, citato da Gilderoy Allock, nel suo libro A Passeggio coi Lupi Mannari;
Silas Crump, piccolo delinquente, Serpeverde e tifoso dei Cannoni di Chudley;
l'autore anonimo del libro Muso peloso, cuore umano, che narra di un sanguinoso scontro tra un gruppo di Licantropi e uno di Maghi.

 

- Robi

werewolf1.jpg